Il virus Zika è trasmesso da zanzare del genere Aedes (zanzara della febbre gialla e zanzara tigre), presenti in molti Paesi. Non esistono né una vaccinazione né un medicamento specifico contro l’infezione da virus Zika. Per ridurre il rischio di trasmissione, l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) raccomanda la protezione dalle punture delle zanzare per l’intera giornata. La maggiore efficacia è data dai repellenti delle zanzare raccomandati dall’Istituto tropicale e della sanità pubblica svizzero e contenenti il principio attivo DEET (in Anti-Brumm Forte), icaridina (in Anti-Brumm Night e Anti-Brumm Sun 2in1) oppure citriodiolo (in Anti-Brumm Naturel). 

Pertanto, nelle zona a rischio, si protegga per 24 ore al giorno, infatti le zanzare della febbre gialla e le zanzare tigre sono attive di giorno, le zanzare della malaria di notte. 

Per ulteriori informazioni a riguardo, sempre aggiornate, consulti la pagina internet dell’Ufficio Federale della Sanità Pubblica (UFSP).

I nematoceri fanno parte degli insetti a due ali (ditteri). Il sottordine comprende circa 45 famiglie.

Tra di essi, le rappresentanti più conosciute nelle nostre zone sono le zanzare. La maggior parte delle zanzare ha una corporatura esile, snella, con antenne filiformi pluriarticolate e arti inferiori lunghi e sottili. La maggior parte possiede un apparato boccale deputato alle funzioni di puntura e suzione.

In tutto il mondo vi sono circa 3000 specie di zanzare. Nell'Europa intera sono presenti circa 100 specie, la maggior parte di cui nell'Europa centrale.

Con l'ausilio del loro apparato boccale specificamente adattato, le zanzare femmine riescono a trapassare la pelle del loro ospite e a succhiarne il sangue. Le proteine assunte durante questo processo sono necessarie per la produzione delle uova. Altrimenti, anche le zanzare femmine, così come i maschi, si nutrono di nettare e di altri liquidi zuccherini di piante o di frutti.

I vari tipi di zanzare possono essere specializzati per vari ospiti o gruppi di ospiti. Alcuni tipi di zanzare assumono importanza in quanto vettori di malattie infettive, come p. es. la malaria o la dengue.

Le zanzare come vettori di malattie

Le zanzare assumono gli agenti patogeni (p. es. virus, parassiti, batteri), per lo più insieme al pasto di sangue. A seconda del tipo di zanzara, gli agenti patogeni possono evolvere e proliferare nel corpo dell'insetto. Con una nuova puntura, la zanzara infettata può trasmettere, p. es. tramite la saliva, l'agente patogeno all'uomo.

I plasmodi (malaria), i virus (febbre gialla, dengue, febbre del Nilo occidentale, chikungunya) o i batteri (tularemia) fanno parte degli agenti patogeni più importanti trasmessi dalle zanzare.

Le zanzare pungono le loro vittime, lasciando zone di pelle pruriginosa e arrossata (reazione allergica), che si decongestionano entro 1-2 settimane. Questa reazione viene scatenata dalle proteine che la zanzara inietta nella sede di suzione per evitare la coagulazione del sangue.

Ma perché le zanzare pungono?
Le zanzare femmine pungono poiché il pasto di sangue è necessario per la formazione delle uova.

Perché sempre soltanto me?
Gli insetti si orientano soprattutto in base alle nostre esalazioni e alla temperatura del nostro corpo, talora possono svolgere un ruolo anche fattori visivi. Ma non significa che chi è preferito dalle zanzare non sia una persona pulita. Ognuno ha la sua personale esalazione che va a interagire con gli insetti. A questo proposito, anche l'alimentazione può avere una certa importanza.

Suggerimenti per un’esposizione al sole sicura

  • Utilizzare una protezione solare con un elevato fattore di protezione solare (SPF)
  • Applicare nuovamente la protezione solare ogni 2 ore (senza dimenticare orecchie, nuca e piedi)
  • Evitare il sole intenso di mezzogiorno (dalle 11 alle 15)
  • Al sole, indossare cappello, occhiali da sole e indumenti adeguati
  • Proteggere completamente dall’esposizione diretta ai raggi solari i neonati e i bambini piccoli